Banner-Logo

Usare la voce

Cosa significa usare la voce?
Come possiamo usare la voce per portare a un cambiamento?

Cosa significa usare la voce?

Foto: John McLaverty OxfamGB
Usare la voce significa avere qualcosa da dire sulle cose che vi stanno a cuore.
Cosa fare, a chi indirizzarsi e come farlo, tutto dipende da cosa state cercando di cambiare.
Quindi pensate a:
Cosa
volete cambiare?
Ogni campagna ha bisogno di uno scopo chiaro, quindi è necessaria chiarezza su cosa volete cambiare.
Chi
può realizzare quel cambiamento?
Dopo pensate al vostro “target”: la gente, una persona, un’istituzione o un’azienda, ovvero chi può realizzare quel cambiamento.
Potreste avere un target primario una persona che può realizzare il cambiamento, per esempio il Presidente del Consiglio o il direttore di un’azienda.
O potreste avere un target secondario, qualcuno che può accogliere il problema per conto vostro o fornire un supporto, per esempio un deputato parlamentare o i passanti che firmano la vostra petizione.
Come
potete aiutare a portare il cambiamento che volete vedere?
Poi avete bisogno di decidere cosa fare per arrivare al cambiamento. Deve essere:
Appropriato: per esempio, parlare a un Deputato o a un vostro coetaneo necessita due linguaggi diversi.
Accessibile: qualcosa al quale potete arrivare realmente con il tempo e le risorse disponibili, e qualcosa al quale il vostro target può rispondere in modo positivo.

Agire per una campagna

Identificate chi è il vostro target (anche più di uno) e quale azione scegliereste per le campagne seguenti:
  Target Perché?
Per avere strutture migliori per il riciclo nella tua città o nella tua area.    
Per garantire che ogni bambino del mondo vada a scuola.    
Per andare al mare con la scuola prima dell’inizio delle vacanze estive.    

Azioni per la campagna: chi e perché?

Ecco quattro azioni per delle campagne differenti. Chi ensate che sia il target (anche più di uno) di ogni azione e perché? Posizionate ciascuna opzione della lista qui sotto all’interno della colonna “Chi?” in relazione all’azione. Poi scrivete “Perché?” pensate che quest’azione sia la più appropriata.
  1. I rappresentanti eletti, i lavoratori e la gente che visitano il Comune tutti i giorni.
  2. Le persone di una strada molto trafficata che potrebbero firmare la vostra petizione.
  3. I ragazzi che vorreste sensibilizzare su un problema.
  4. I membri del Parlamento italiano.
  Chi? Perché?
L’organizzazione di un intervento formale
Foto: John McLaverty Oxfam GB
   
Parlare con i passanti con indosso dei costumi
Foto: John McLaverty Oxfam GB
   
L’organizzazione di un’esposizione
Foto: John McLaverty Oxfam GB
   
L’organizzazione di un’esibizione
Foto: Lady Eleanor Holles School